fiori di zucchero per addolcire le amarezze del mio blog... buona lettura












No al bavaglio

Foto ricette

Le foto dei piatti le prendo dal WEB e tante volte non Corrispondono alla ricetta ,ma ne danno comunque un'esempio mi scuso con i propretari delle foto e in caso con un'unica comunicazione provvederò all'immediata rimozione.
E' partito ufficialmente il cuoco a domicilio se avete bisogno contattemi

Informazioni personali

La mia foto
Italy
Sono un sognatore , ho tanta fantasia che cerco di esprimere nelle cucine dei ristoranti perchè penso che un buon piatto possa aiutare a digerire le ipocrisie di cui è coperto il mondo. Per info lancillotto666@gmail.com

La missione del cuoco

Il Cuoco

Son gia vent'anni che stò in cucina e faccio la guerra coi pentoloni .

Le mie armi son le padelle e i miei nemici fuochi e coltelli

Con la giacca bianca e il cappello alto, le tante paste nel soutè salto.

Sempre presente alla mia postazione.

Il Cuoco,

non è un lavoro ma una missione,e per questo ci vuole passione per la tanta amata professione.

Al mare e ai monti è la stessa storia tra dolci,patate,sughi e cicoria, le carni , il pesce e la cacciagione li faccio arrosto, fritti e in carpione.

E , mentre gli altri felici fan festa io aggiungo dado alla minestra.

Ma, dopo cena, giunti al tramonto il cuoco diventa un uomo di mondo.

Lascia da parte arrosti e crespelle e danza felice con le più belle.

Irruente, borbotta di giorno in cucina mentre di notte l'amor lo rovina.

PIU ATTUALE DI COSI!!!!!

Paolo Rossi Pericle


Quando lo sport è solo passione e doping free

giovedì 23 luglio 2009

Gli agnelli diventano lupi


Sono appena rientrato dall'ascoltare l'ultima parte del concerto della PFM che cantava De Andrè.
Purtroppo causa lavoro ho potuto ascoltare solo l'ultime 3 canzoni tra cui Il pescatore... Da brividi come da brividi i vari passaggi della chitarra e della batteria.
Ma non è per decantare la bravura della PFM che sto scrivendo questo post non ne hanno bisogno lo sanno anche loro di essere bravissimi , ma sono qua a scrivere perché alla fine del concerto è successa una cosa che mi ha commosso Più del concerto stesso.
Infatti alla fine del concerto il batterista e voce Franz Di Ciocco dopo un breve discorso riguardante la rabbia che da un pò tempo ci portiamo addosso e spiegando come si può sfogare invita tutti a fare un urlo grandissimo perché è quello il modo per sfogarci sentendoci poi meglio.
Come potete immaginare dala Piazza degli Aranci a Massa si è levato un grido che ha fatto tremare i vetri dei palazzi li vicino e a me sono venuti i brividi, non perché tutti abbiamo gridato all'unisono (è normale in un concerto che si segua il cantante) , ma perché ho cominciato a pensare ha cosa potrebbe succedere ad un popolo oppresso se qualcuno un giorno si sveglia e chiede al popolo intero di gridare cosi forte da spaccare il mondo.
Bene ho capito che quel popolo si sveglia ed è pronto a farsi sentire.
Quindi attenti a voi che cercate di opprimere un popolo con la disinformazione, imbavagliando tutti i canali liberi, voi che siete unti dal Signore , ma non siete Santi, voi che cercate di tenere buono il popolo con promesse di milioni di lavoro e con diminuzione delle tasse ( salite del 2% nell'ultimo anno dal 40% al 42). Che cercate di rabbonirlo con barzellette squadre di calcio .
Potete cercare di spaventarci con le ronde o con la paura dello straniero e noi da anelli ci spaventiamo , ma attenti perché basta uno che la mattina si svegli e cominci a gridare ad un microfono perché tutti si sveglino e da agnelli si trasformino in lupi e quei lupi saranno pronti a condannarvi per tutte le fandonie che avete detto fino ad ora.
Perché allora non serviranno Più le vostre ronde vestite di verde o i vostri avvocati con la faccia da teschi , le vostre bugie saranno messe alla luce e voi farete la fine che meritate ... IN GALERA::::

Questo è quello che ho sognato quando ho sentito quel grido di sfogo , ma so che ad ogni popolo oppresso basta davvero una persona che lo sappia svegliare per diventare Lupo, è successo a Cuba con Fidel Castro e il CHE , è successo in Polonia con Solidarność e in tanti altri stati.
Ma non dimentichiamoci che è successo anche in ITALIA con i partigiani contro Mussolini e farebbe meglio a non dimenticarlo una certa classe politica che di Silvio Mussolini fa il suo idolo...
Alziamo tutti un Grido Voltiamo la Carta......


Agnello al sesamo e lardo di colonnata.

x 4 Persone

12 costolette di agnello
100 g di lardo di colonnata a cubetti
100 g di semi di sesamo.
Rosmarino salvia cipolla e aglio QB Tritati
1/2 limone strizzato

Mettere a marinare le cotolette nel battuto e il limone strizzato per circa 4 ore
rosolare in padella antiaderente con olio extra vergine bagnare con vino bianco aggiungere il lardo , il sesamo un bicchiere di brodo e terminare la cottura a fuoco lento (10 Minuti circa.).legare la salsa e servire con polenta al vino rosso (mettete del vino rosso nell'acqua di cottura della polenta) .

11 commenti:

pasticcino ha detto...

Caro amico Cuoco,
ho ricevuto il tuo bellissimo commento ma per ora non lo pubblico perchè mi sta venendo un'ideuzza........

leggimi nei prox giorni ;-))

Complimenti per questo post e soprattutto perchè, dopo aver fatto presente che gli agnelli possono facilmente diventare lupi, fornisci prontamente un suggerimento su come cucinarci a dovere!!!
ehehheheheheh :-)))))

un bacioneeeee

p.s.: penso di non avertelo mai detto ma è bellissima anche la poesia che hai messo sulla sinistra del blog "IL CUOCO".
bravo bravissimoooo!!

il monticiano ha detto...

Nel film di parecchi anni fa "QUARTO POTERE", non so se l'hai visto, il protagonista principale un anchorman televiso invita pubblico a casa ad aprire le finestre e ad urlare ad alta voce non ricordo cosa nè contro chi ma ebbe un enorme successo.
Come quello che hai raccontato tu.
Ma la PFM è la Premiata Forneria Marconi degli anni 70 molto amata da mio figlio, 50 anni, e anche da me? Salute che vitalità!

Angelo azzurro ha detto...

Caro cuoco, la mia sensazione è che per sentire quel grido sia ancora troppo presto. Troppe anime divise e allo sbaraglio per essere una vera forza dirompente. Alleniamo l'ugola, intanto!
Ciao

Wilma ha detto...

Sicuramente un concerto meraviglioso.
Mi unisco all'urlo...e alle tue riflessioni.
Un abbraccio.

Paola ha detto...

Strepitoso il concerto!!!
E perchè no gridare a squarciagola... ed esternare ciò che ci opprime...
Ciao Cuoco serena serata e buon weekend... un abbraccio

il cuoco ha detto...

@ pasticcino mi dispiace seluderti , ma è una poesia che avevo pubblicato quando avevo fatto il sito dell'associazione cuochi di massa carrara e non so chi l'ha scritta io l'ho trovata su internet...
Non è giusto prendersi meriti che non si hanno......
Grazie per i complimenti sei troppo gentile...
@ Si angelo è sempr presto , ma un popolo oppresso prima o poi quel grido lo fa...

@ wilma Grazie

@ monticiano non ho visto il film ma lo guarderò presto...
si La PFM sono proprio la Premiata Forneria Marconi

il cuoco ha detto...

@ paola Grazie buon week end anche a te

pasticcino ha detto...

Caro Cuoco,
la poesia resta cmq bella!!

Vieni da me appena puoi a vedere il tuo commento che fine ha fatto.

un abbraccio ;-))

azzurra ha detto...

eccomi!
è stata dura ma ci sono riuscita, forse dipendeva da me ho dovuto riformattare il pc!
uffffffffff
adoro la PFM
baciooooooooooo
azzurra

stella ha detto...

Cuoco, hai fatto venire i brividi anche a me!
La penso esattamente come te.

MyLove ha detto...

grazie x i commenti! :) bel post!!!