fiori di zucchero per addolcire le amarezze del mio blog... buona lettura












No al bavaglio

Foto ricette

Le foto dei piatti le prendo dal WEB e tante volte non Corrispondono alla ricetta ,ma ne danno comunque un'esempio mi scuso con i propretari delle foto e in caso con un'unica comunicazione provvederò all'immediata rimozione.
E' partito ufficialmente il cuoco a domicilio se avete bisogno contattemi

Informazioni personali

La mia foto
Italy
Sono un sognatore , ho tanta fantasia che cerco di esprimere nelle cucine dei ristoranti perchè penso che un buon piatto possa aiutare a digerire le ipocrisie di cui è coperto il mondo. Per info lancillotto666@gmail.com

La missione del cuoco

Il Cuoco

Son gia vent'anni che stò in cucina e faccio la guerra coi pentoloni .

Le mie armi son le padelle e i miei nemici fuochi e coltelli

Con la giacca bianca e il cappello alto, le tante paste nel soutè salto.

Sempre presente alla mia postazione.

Il Cuoco,

non è un lavoro ma una missione,e per questo ci vuole passione per la tanta amata professione.

Al mare e ai monti è la stessa storia tra dolci,patate,sughi e cicoria, le carni , il pesce e la cacciagione li faccio arrosto, fritti e in carpione.

E , mentre gli altri felici fan festa io aggiungo dado alla minestra.

Ma, dopo cena, giunti al tramonto il cuoco diventa un uomo di mondo.

Lascia da parte arrosti e crespelle e danza felice con le più belle.

Irruente, borbotta di giorno in cucina mentre di notte l'amor lo rovina.

PIU ATTUALE DI COSI!!!!!

Paolo Rossi Pericle


Quando lo sport è solo passione e doping free

domenica 8 febbraio 2009

E' carnevale

E' arrivato il carnevale e come si dice "a carnevale ogni scherzo vale" , e che bello scherzo che stanno organizzando al governo nei confronti di Antonio Di Pietro . Lo scherzo della denigrazione, della calunnia ,portato avanti da una classe politica che ha paura della verità e delle persone che la manifestano con semplicità e umiltà.
Per questa campagna di denigrazione si usano giornalisti che non disdegnano di travisare interviste o di montare filmati con frasi prese a pezzi da discorsi fatti ai comizi e poi rimontate ad hoc fino ad avere tutt'altro significato.
E che scherzo invece stanno facendo agli italiani tutti? Mi auguro che finito il carnevale tutti si toglieranno le maschere da pulcinella e quelli della lega (viste le loro idee) toglieranno quella di arlecchino e comminceranno a mostrare veramente chi sono senza nascondersi dietro a leggi che vanno avanti a colpi di emendamenti nascosti e a richieste di fiducia pur di aggirare il pensiero del popolo.
Vorrei vestirmi da zingaro e assieme a tutti voi uscire per le strade a ballare e cantare come facevano gli zingari di Notre Dame e gridare la nostra rabbia e la nostra disapprovazione fino a far uscire allo scoperto questi signori che cercano di imbavagliare i nostri sentimenti e le nostre idee .
Hasta la Victoria Siempre



video video


Addolciamoci un po la bocca

LE CHIACCHIERE DI CARNEVALE 0 CENCI O STRACCI

ingrdienti
Ingredienti:
500gr di farina,
4 uova,
75gr di burro,
75 gr di zucchero a velo , scorza grattugiata di 1 limone,
1 bicchiere di anice o grappa,
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale,

Preparazione:

Mischiare la frina co lo zucchero e il burro ammorbidito , sfarinadoli tra il palmo della mano poi formare una fontana aggiungere le uova sbattute, il liquore, , la scorza del limone grattugiata ed un pizzico di sale.
Amalgamare tutti gli ingredienti a lungo fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Formare una palla, coprire con un telo e farla riposare per 30 minuti. Lavorare ancora la pasta, poi tirare una sfoglia sottilissima con il matterello o la macchinetta tira sfogla Ricavare delle striscie della larghezza di circa 8 cm, quindi con una rotella tagliate tanti rettangoli ed effettuate due tagli paralleli per il lungo.
Friggere le chiacchiere, poche per volta, in abbondante olio bollente e quando saranno dorate asciugare sulla carta assorbente. Lasciar raffreddare e cospargere con lo zucchero a velo.

1 commento:

Luz ha detto...

Mi sembra una bella idea quella di mascherarsi da zingari, certo se lo facessimo in molti rischieremmo di essere tradotti in qualche lager e "passati per il camino", non trovi? Da questo governo c'è da aspettarsi di tutto.
La prossima settimana mi addolcisco anch'io la bocca con frappe e castagnole.
Un abbraccio.